Google+ Badge

sabato 24 agosto 2013

il sapore della... cena

stanchezza!




ero stanco
a metà giornata,
la schiena rotta
tutto sudato,
così,
distrutto
un po avvilito,
cercavo un posto
dove riposare.
per poco tempo,
un'ora
o una e mezzo,
potevo sperare
di recuperar le forze,
e sotto ad un carro,
o ai piedi
d'una pianta,
lasciavo andare
la mente...stanca.
era da adulti,
non da ragazzini,
il lavoro che
fare si doveva;
stringendo i denti,
dall'alba si giungeva
morti,al tramonto
senza forze
ne parole.
si ritornava
al tramontar del sole,
acqua e sapone
e poi,
senza parlare,
la porta richiudevo
dietro
alle mie spalle;
quante volte,
la cena,
non aveva più sapore.

domenica 18 agosto 2013

il perdono

non sempre....




anche se
dovrebbe essere,
anche se si
dovrebbe fare,
non risulta facile
sempre,
il perdonare;
ci sono 
situazioni
o certe
condizioni che,
pongono il principio,
del non farlo
se....!
può essere
innaturale,
non voler 
perdonare,
ma quando il danno
è...tale,
non lo puoi evitare;
non per questo
motivo
posso sembrar
cattivo,
seguo le mie
intenzioni,
non bado le
opinioni.
sempre
perdono tutto,
anche
se è molto brutto,
solo 
quando poi vedo
che mi si vuol fregare
...allora...no
non posso certo
più... perdonare.

domenica 11 agosto 2013

l'amore.....

ho scritto






ho scritto parole
per ogni stagione,
per ogni
occasione avevo
sempre pronto
un pensiero;
ho descritto momenti,
situazioni...emozioni,
i miei stati d'animo,
il mio stare
l'essere...
mi sono svelato.
narrato.

ho scritto parole,
per me e
per chi doveva
o voleva
...capire,
perché tutto ciò
che a voce
non so dire
lo dico così...
a parole
scritte,scarabbochiate
in un foglio 
o qui.

io scrivo parole,
anche inutili
a volte,
ma che importa,
le scrivo col cuore,
ci metto dentro
me stesso,
anche se
fra tante non ho,
mai scritto d'amore;
perché
l'amore si vive,
si dedica
...pero non si scrive
non a tutti 
per lo meno,
io ...credo e
per me è
così

venerdì 9 agosto 2013

il volto della...sera!

sorriso...di luna!






roseo e sereno
sorridente,
solarità riflessa
trasparente;
come viso di fanciulla
risaltante,
fra immagini di
antichi personaggi.
raggio di sole
che tra nuvole filtra,
donando sfumature
di colori,
nuovi intensi
e gioiosi,
in un tramonto
lento da
svanire.
lacrime dagli occhi
...gocce di pioggia,
che cadono
dall'alto
lentamente,;
ricordando
la tristezza della gente,
che con lentezza
immane
va svanendo.
la luna
si rivela
su nel cielo,
uno spicchio
un sorriso preannunciato;
mi lascia
un istante senza
fiato,
mi svela
il vero volto
de la sera.

domenica 4 agosto 2013

il mio...nonno!

ricordi d'infanzia

mi viene in mente quando,
dai nonni trascorrevo le miei estati
 da bambino
...con la sveglia di mio nonno
 (sveglia biologica) 
alle 5 del mattino,
una colazione veloce e poi
 sui campi... 
il granoturco era da zappare,
rimuovere erbacce e da schiarire,
le viti da guardare e da seguire
 il fieno da girare o ammucchiare...
poi verso le nove circa del mattino,
il sole era l'unico orologio,
un po di pane un pezzo di formaggio,
ed in molta acqua una goccia di vino,
era la colazione e poi
...avanti finché
 non giungeva nonna con il pranzo,
un piccolo riposino sotto agli alberi
...tutto ricominciava,
con il sole che scottava,
e fino a sera poi....si continuava.
alla sera,si rientrava stanchi ma,
 ... non era finita,
la stalla da guardare,
le mucche da abbeverare,una per una,
giù alla fontana,poi la paglia il fieno e
....finalmente,l'acqua per lavarmi.
      erano duri quei giorni,
ma quanto mi sono divertito,temprato
...solo da grande me ne sono reso conto.
ai tempi lo facevo solo perchè mio nonno,
era la figura più importante che io avevo.

sabato 3 agosto 2013

...vivere!

un attimo
di vita






tutto o nulla
un attimo
la mente si spegne,
ogni ricordo,
tutti i pensieri 
svaniscono,
di te
cosa rimane
il nulla o tutto?
si spegne una luce
nella stanza,
il buio assoluto
padroneggia,
ti trovi  impaurito
sperduto,
il tutto
il nulla si trovano
li...in te!
un attimo
e si riaccende la mente,
i pensieri si sentono
il ricordo ritorna,
gli occhi
al buio si riadattano,
non provi
più paura ora,
...sei nulla,
sei tutto
un'esistenza
priva d'emozioni.
un angolo
di vita,
li ti ritrovi,
aspetti che gli eventi
si presentino,
ed eccoli
che appaiono
...
tutti nessuno
un attimo
e
...
tutto si spegne
come prima

la Signora....






ecco che
riapro gli occhi,
debole luce 
mi disturbi nuovamente;
fievole voce
dolcemente sussurri
il nome mio,
perché
...per Dio!
che motivo c'è
dell'esser svegliato
così...ora;
richiudo
ancora gli occhi,
ricerco il sogno mio,
interrotto
ingiustamente
...ma ora
impossibile mi è
il ritrovarti
....non hai atteso,
il mio primo risveglio
ti ha deluso,
inutile che
mi scuso....!
la luce
ora è più intensa,
la voce
è quasi un urlo
...un disturbo
incontrollato
ora mi ha svegliato;
la signora
...della notte
non ha buone maniere,
si siede
accanto al letto
...non cede
no...non cede!
non demorde
non si arrende
...attende...
...attende...
...attende!